Ça va sans dire

Sarde A Beccafico

Palermo, Scopello, San Vito Lo Capo…in poche parole Sicilia non amour!
Profumi, colori e sapori indimenticabili. Pochi ingredienti di qualità sopraffina fan della sarda l’indiscussa regina!

INGREDIENTI:
– 700 gr di sarde freschissime
– pane grattato qb
– 2 cucchiai formaggio grana
– 2 acciughe sott’olio
– una manciata di pinoli
– uva passolina
– prezzemolo
– olio evo
– sale e pepe
Sarde a Beccafico

 

Pulire le sarde privandole della testa, delle viscere, della pinna dorsale  e della lisca. Adagiatele su un tagliere.

Preparare il ripieno mescolando il pane grattugiato tostato in una padella ben calda insieme ad una manciata di pinoli, l’uva  passolina precedentemente ammollata, 2-3 cucchiai di formaggio grana grattugiato, le acciughe sminuzzate al coltello e il prezzemolo tritato. Condire con un goccio di olio evo e aggiustare di pepe e di sale se necessario.

Pressare un po’ del composto ottenuto sulla carne delle sarde. Arrotolarle e fissarle con uno stuzzicadenti. Adagiarle in una pirofila, aggiungere un filo d’olio e infornare a 180° per 10-15 minuti.

La ricetta originale vorrebbe una foglia di alloro tra una sarda e l’altra, io non lo avevo e il piatto era comunque delizioso!

Ricette correlate:

Tanti Auguri a Me!
La Caponata di Michele.
SPAGHETTI SGOMBRO E FINOCCHIETTO SELVATICO