Ça va sans dire

La Tradizione Chiama e La Torta Pasqualina Risponde!

Niente di più facile, delizioso e bello da portare in tavola come antipasto per il pranzo di Pasqua.

INGREDIENTI:

– 300 gr di erbette fresche

– 100 gr di ricotta (io di bufala)

– 3 cucchiai di pecorino romano

– 1 cucchiaio di parmigiano

– 2 rotoli di pasta sfoglia

– 3 uova medie

– sale e pepe q.b.

Torta Pasqualina Intera

 

Lessare le erbette in pochissima acqua salata per 5 minuti. Scolarle, strizzarle molto bene e tagliarle grossolanamente al coltello.

In una ciotola abbastanza capiente mescolare la ricotta con il grana e il pecorino.

Unire le erbette raffreddate e aggiustare di sale e di pepe.

Foderare una tortiera da 22 cm con un foglio di pasta sfoglia e versare al suo interno l’impasto di biete e ricotta.

Livellare il ripieno e con l’aiuto di un cucchiaio creare tre fossette dove andremo a sistemare le uova.  Consiglio di rompere le uova prima in una tazzina e di aiutarvi con un cucchiaio ad inserirle nella torta  per evitare che l’albume strabordi dalla sede creata.

Coprire la torta con la seconda sfoglia avendo cura di ritagliarla a misura. Ripiegare i bordi della pasta sfoglia di fondo su quella di chiusura.

Bucherellare la superficie con una forchetta facendo attenzione a non rompere i tuorli e spennelarla con un uovo sbattuto (io ho usato solo l’albume che mi era avanzato dal posizionamento delle uova all’interno della torta Pasqualina).

Infornare a 200° per 50 minuti. Se la torta si scurisce troppo coprirla con un foglio di alluminio o carta da forno e ultimare la cottura.

Lasciare intiepidire prima di tagliare.

Torta Pasqualina

 

Ricette correlate:

Frittelle di Cavolfiore Rosa
Cookies al Cioccolato e Fleur de Sel dal Vangelo Secondo Pierre Hermé
Asparagi con Pane Tostato e Mandorle

Lascia un commento