Ça va sans dire

Pandoro

Dessert | 4 dicembre 2013 | By

Arriva Natale e la mia mente diabolica è in super fermento! Quest’anno ho deciso di fare il pandoro in casa, ho cercato un po’ su internet e dopo aver fatto un mix tra le varie ricette trovate ecco il procedimento che ho seguito.

INGREDIENTI
450g di farina manitoba o tipo “0”
150g di zucchero
3 uova
1 tuorlo
170g di burro
80ml di latte
20gr di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di sale

pandoro

Il pandoro ha una lunga lavorazione dovuta al fatto che deve lievitare a più riprese. La prima fase prevede quindi di sciogliere 16 grammi di lievito di birra fresco in 60 ml di latte tiepido, poi ho aggiunto 30 grammi di zucchero e il tuorlo ho mescolato con la frusta ho aggiunto 50 grammi di farina e amalgamato. Fatta questa operazione ho lasciato lievitare un’ora in luogo caldo e coprendo la terrina. Dopo un’ora questo primo impasto è lievitato ce ne accorgiamo perché il composto si presenta bucherellato e più gonfio rispetto a quando lo abbiamo lasciato. Ho sciolto il rimanente lievito di birra con il resto del latte sempre caldo e mescolato, messo 100grammi di zucchero e un uovo e mescolato con la frusta per spaccare l’uovo, il composto è ora liquido, l’ho trasferito quindi in una terrina in cui ho preparato 200 grammi di farina e ho impastato tutto con le mani infine ho aggiunto 30 gr di burro ammorbidito trasformato tutto in una palla e lasciato riposare al caldo e coperto per circa un’ora. Trascorso il tempo l’impasto sarà raddoppiato, unite 200 grammi di farina, le due uova intere e il cucchiaino di sale impastate tutto in modo da ottenere un impasto omogeneo formate una palla e lasciate lievitare un’altra ora poi fate riposare per una notte in frigo.
Trascorso il tempo in frigorifero (circa 8-10 ore) bisogna procedere come per la pasta sfoglia e quindi armarsi di tanta pazienza e di una mattina libera! Prendete l’impasto e rovesciatelo su un piano di lavoro infarinato, l’ho spianato con il matterello in modo da ottenere un quadrato più o meno, al centro di questo ho messo 140 gr di burro ammorbidito e l’ho coperto portando i 4 angoli al centro. Facendo questa operazione bisogna stare attenti a chiudere bene i lembi della croce che si forma al centro in modo che durante l’operazione successiva il burro non fuoriesca, con il matterello ho spianato il quadrato ottenuto in modo da formare un rettangolo poi bisogna immaginare di dividerlo in tre parti lungo il lato più lungo, portare il primo lembo verso il centro sovrapponendolo al rettangolo centrale e l’altro lembo laterale sempre sopra il centro quindi avvolgere nel domopack e riporre in frigo per 20 minuti. Ripiegare allo stesso modo altre due volte e tutte le volte far riposare per 20 in frigorifero, dopo l’ultimo riposo stendere la pasta per formare un quadrato e procedere formando una palla che ho messo nello stampo imburrato.

pandoro3

Per l’ultima volta copriamo e lasciamo lievitare fino a che l’impasto non fuoriesce dallo stampo, poi ho infornato a 160° in forno statico per 35-40 minuti.Fate raffreddare poi sformate e spolverate con lo zucchero a velo e godetevi la fetta del vostro ottimo pandoro dopo così tanto lavoro!

pandoro2

Ricette correlate:

CREMA DI MARRONI
*ASPETTANDO IL NATALE* - Workshop per bambini e mamme
Workshop "IL NATALE NEL VASETTO"
Tags: ,

Lascia un commento